In che modo la tecnologia vocale influenzerà il marketing in futuro?

La tecnologia vocale è diventata la forza più dirompente per colpire il mondo da quando Internet è diventato un mezzo visivo. Ad oggi, oltre il 20% di tutte le ricerche sono guidate dalla voce. Entro il 2020, oltre il 50% dei consumatori utilizzerà quotidianamente la tecnologia ad attivazione vocale, afferma BrightEdge .

Quando si pensa alla voce, è difficile non pensare a Cortana di Microsoft, Amazon Alexa, Google Assistant, Siri di Apple e Bixby di Samsung. Questi “assistenti intelligenti” aprono la strada creando liste della spesa e playlist musicali, prenotando appuntamenti, tenendo diari personali e cambiando le luci della camera da letto per i loro utenti.

Mark Zuckerberg è troppo entusiasta quando si tratta di tecnologia vocale. Un Facebook Assistant ancora da chiamare è in lavorazione. E sta testando personalmente “Jarvis AI” a casa sua . Curiosità: Morgan Freeman fornisce la voce di Jarvis per Zuckerberg. Suona bene, non è vero?

Ma come sta andando la voce nel mondo del marketing? Diamo un’occhiata:

  • Alcuni marchi hanno iniziato presto nello spazio vocale per costruire relazioni con i consumatori attraverso esperienze interattive. [ Business2Community ]
  • Il 24% degli utenti di Internet preferisce utilizzare un assistente personale piuttosto che visitare un sito Web per interagire con un’azienda. [ Capgemini ]
  • Nel 2017, il 3,1% dei marketer ha integrato la ricerca vocale nella propria strategia di content marketing. [ BrightEdge ]
  • Il 43% delle aziende ha già investito in tecnologia per abilitare il marketing vocale. [ Digiday ]

Il futuro sembra luminoso, davvero!

Se hai intenzione di adottare la tecnologia vocale per il tuo marketing, ecco quattro approfondimenti che potrebbero interessarti:

L’utilizzo di assistenti digitali per fare acquisti sta accadendo davvero.

Facendo luce sulle tecniche di acquisto digitale, il rapporto di Adobe Analytics ha affermato che, sebbene non molti proprietari di altoparlanti intelligenti si siano impegnati a effettuare ordini tramite il proprio dispositivo, li utilizzano pesantemente per prendere una decisione di acquisto informata (47%), confrontare i prezzi dei prodotti (32%) o aggiungere articoli al carrello (43%).

Oggi, lo shopping vocale ha un valore di $ 2 miliardi e toccherà $ 40 miliardi entro il 2022. Marchi globali come Domino’s, Johnnie Walker e Nestlé hanno già iniziato a integrare la tecnologia vocale nelle loro strategie di marketing per connettersi meglio con i loro clienti.

Prendiamo Johnnie Walker, per esempio. Ha trovato interessante personalizzare l’esperienza di acquisto per i suoi clienti che utilizzano Alexa. L’assistente virtuale di Amazon prima pone domande ai consumatori riguardo alle loro preferenze e poi consiglia il prodotto Johnnie Walker più adatto a loro.

Un’esperienza di commercio basata sulla voce sta prendendo piede.

Le aziende utilizzano assistenti digitali per uso interno.

Certo che lo sono. Marchi B2B intraprendenti come Salesforce stanno già prestando la loro voce all’intera conversazione con l’assistente digitale. La società di software cloud ha lanciato Einstein Voice, che è un’estensione della sua piattaforma AI di Einstein.

L’assistente digitale consente ai responsabili delle vendite di gestire servizi cloud e dettare promemoria senza toccare uno schermo o digitare nulla. Einstein Voice può anche essere integrato con tecnologie simili per fornire in modo efficiente aggiornamenti della pipeline del team, appuntamenti del calendario e altre priorità chiave al team.

Un altro prodotto entusiasmante chiamato Einstein Voice Bots di Salesforce consente ai clienti di creare il proprio assistente ad attivazione vocale e di personalizzarlo di conseguenza e di coinvolgere l’utente finale su qualsiasi altoparlante intelligente.

Integrare la tecnologia vocale nel tuo marketing non è facile.

Le tue strategie editoriali e di marketing dei contenuti dovrebbero riflettere il modo in cui l’azienda intende sfruttare la tecnologia e quanto sei investito in essa dal punto di vista dei contenuti. Prima di fare il grande passo, poniti le seguenti domande:

  • I tuoi clienti target sono composti da appassionati di smart home, early adopter guidati da FOMO o utenti di altri gruppi demografici che hanno maggiori probabilità di interagire tramite la voce rispetto ad altre piattaforme?
  • Riesci a rendere preziosa la tua esperienza di contenuto con la voce per i tuoi clienti target?
  • Con che probabilità avrai successo nei tuoi sforzi di marketing tramite la voce?

Se non sei sicuro di nessuna delle tue risposte, è meglio aspettare per fare affidamento su questa tecnologia e non sprecare risorse quando non sei adeguatamente preparato. Studia come altre aziende e persino i tuoi concorrenti utilizzano la voce per creare una migliore esperienza del cliente.

La rivoluzione vocale inizierà con una “ricerca”.

Più di un miliardo di ricerche vocali vengono condotte in un mese e il 40% degli adulti e il 55% degli adolescenti utilizza quotidianamente la ricerca vocale . I content marketer devono enfatizzare i prodotti di contenuto abbreviato che offrono risposte rapide e nitide agli utenti per coinvolgere i consumatori.

Per quanto riguarda la SEO, gli esperti di marketing dovrebbero riconoscere le linee guida SEO relative ai comportamenti di ricerca di parole parlate e alle esigenze informative. Fai in modo che i tuoi contenuti appaiano come snippet in primo piano su Google. È così che verrà recuperato da Siri, Cortana e altri.

Quando ci si concentra sull’ottimizzazione della ricerca vocale , è essenziale ricordare che l’assistente virtuale può fornire un solo risultato di ricerca per richiesta. Il fondatore di Moz, Rand Fishkin, sottolinea anche la richiesta di risultati SERP tradizionali e i risultati digitati continueranno a crescere a causa dell’aumento dei risultati di ricerca.

Il modo in cui percepiamo la SEO cambierà in seguito al modo in cui la tecnologia vocale viene utilizzata per scopi di marketing.

Concludendo

La voce diventerà presto un’interfaccia aggiuntiva per scopi di marketing e coesisterà con altri mezzi come digitale, stampa, TV e radio. Offre un modo completamente nuovo di interagire con i clienti e aggiunge un valore più elevato alle loro vite. Se hai un sito WordPress, potresti pensare di convertire l’ articolo in un podcast audio .

Condividi:

Altri posts

Disaster recovery: Politiche di sicurezza dei dati e ripristino di emergenza

Durante la notte del 10 Marzo 2021 un incendio è divampato in uno dei data center più importanti di OVH, fornitore europeo di servizi internet e cloud. Una sala delle quattro che compongono il data center di Strasburgo è andata completamente distrutta, causando la completa perdita dei dati contenuti nei server presenti. Di conseguenza, chi

5 motivi per cui dovresti creare un blog per la tua azienda

Un blog per le imprese nel 2021 è importante quanto un sito web aziendale. Avere un blog ti dà il vantaggio di essere in cima alla canalizzazione di vendita dimostrando le informazioni utili che le persone cercano prima di acquistare un prodotto o un servizio. Il blogging è un modo incredibile per aumentare l’accesso al tuo

realizzazione siti web

Creiamo il vostro sito web rendendolo efficace! Non solo attraente, ma anche semplice da navigare, ottimizzato per chi dovrà gestirlo e veloce nel caricamento. REALIZZIAMO SITI WEB DI OGNI TIPOLOGIA, DA PORTALI A SITI CORPORATE AZIENDALI FINO AGLI E-COMMERCE CREZIONE SITI WEB PERSONALIZZATI Ascoltiamo la storia del cliente, progettiamo e realizziamo siti web che rispecchino la

seo pescara agenzia seo consulenza

OTTIMIZZAZIONE SEO: Cos’è e a cosa serve

Un sito Web deve essere visibile e appetibile ai motori di ricerca. Ottimizziamo la struttura del sito col fine di aumentarne la visibilità. La SEO comprende molti aspetti e, se vuoi creare un blog o creare sito web di successo, è importante aver chiaro prima di tutto di cosa si tratta. Infatti, capire bene cos’è la SEO e come funziona ti permetterà

Scrivici

Scroll to Top

SCRIVICI QUI